Cookies

Sventato un furto di Sabbia a Is Arutas

Gli agenti della Compagnia barracellare di Cabras in collaborazione con il corpo di Polizia locale, hanno sventato un importante furto di sabbia dalla spiaggia di Is Arutas nel pomeriggio di venerdì scorso.

Allertati da un bagnante tramite li servizio di Pronto Spiaggia, due ufficiali e due agenti della compagnia barracellare hanno colto in flagrante due giovani turisti siciliani mentre depositavano all’interno delle proprie automobili gli zaini contenenti i preziosi granelli di quarzo.

La sabbia sequestrata era contenuta all’interno di due bottiglie e una ciotola in plastica, per un peso totale di tre chili e seicento grammi di quarzo. Un tentativo di furto che è costato alla coppia una sanzione amministrativa pari a mille euro.

“Purtroppo come tutti gli anni dobbiamo fare i conti con chi cerca di prelevare un patrimonio importante che caratterizza i nostri mari. Il servizio di Pronto Spiaggia si rivela ancora una volta un prezioso alleato – ha dichiarato il Sindaco Andrea Abis -. Poter contare sulla collaborazione dei tanti volontari che sostengono l’attività e il monitoraggio costante delle forze dell’ordine non solo è indispensabile per evitare numerosi furti, ma assume anche un alto valore civico a favore del nostro territorio”.

La legge regionale a tutela dei litorali è in vigore dal 2017.  Chi asporta, detiene o vende anche piccole quantità di sabbia, ciottoli, sassi o conchiglie provenienti dal litorale o dal mare in assenza di autorizzazione è soggetto alla sanzione amministrativa da 500 a 3 mila euro.

I giovani siciliani, che in un primo momento si sono detti ignari della regolamentazione vigente, non hanno opposto resistenza e hanno poi ammesso di essere a conoscenza del divieto di asporto.

“Siamo consapevoli dell’unicità del litorale cabrarese e proprio per questo motivo è nostro dovere proteggerlo, affinché chiunque possa avere il privilegio di visitare e godere della bellezza delle spiagge di quarzo – ha aggiunto il primo cittadino -, se tutti prelevassero un po’ di sabbia come souvenir, presto le nostre spiagge scomparirebbero”.

I barracelli e la polizia locale sono sempre operativi sul territorio, per la verifica di quanto è contemplato in materia di leggi speciali, come il controllo della sosta sulle dune e il campeggio abusivo. Chiunque avvistasse un tentativo di furto può telefonare al Servizio Pronto Spiaggia ai numeri 340 240 0170 e 800 596 880.