Successo per la serata dedicata alla Festa Di San Salvatore - Corsa Degli Scalzi 2022, premiati i tre vincitori del concorso fotografico

Si è svolta ieri a Cabras la cerimonia di premiazione del Concorso fotografico “Corsa degli Scalzi 2022” indetto dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Andrea Abis nell’ambito della ripresa della manifestazione dopo due anni di blocco per il covid.

In un auditorium gremito, l’evento è stato l’occasione per raccontare la tradizionale manifestazione religiosa facendo il punto su tutti gli aspetti che l’hanno resa un Grande Evento Identitario riconosciuto dalla Regione Sardegna e amato anche fuori dai confini regionali.

Il primo cittadino Andrea Abis ha fatto gli onori di casa, ricordando la fondamentale collaborazione tra enti e associazioni che quest’anno ha rappresentato una delle novità più importanti della manifestazione.

“Questa edizione della Festa ha raggiunto importanti risultati, a partire dal riconoscimento all’interno della programmazione regionale triennale degli eventi della tradizione identitaria che consente la conservazione delle tradizioni e la promozione dell’immagine della Sardegna producendo importanti ricadute positive in termini turistici ed economici per il territorio”.

Tale riconoscimento ha incrementato sostanzialmente il contributo regionale destinato all’evento, che dai circa 25-30 mila euro degli anni precedenti si è attestato, per il triennio 2022-2024, a oltre 180 mila euro annuali.

 “Fare concretamente sistema tra i principali soggetti interessati suddividendo in modo sinergico i compiti, è stato un passaggio fondamentale ai fini dell’ottimale riuscita della Festa di San Salvatore – ha aggiunto l’Assessore al Turismo Carlo Trincas -. Le associazioni, il comitato organizzatore e l’ente comunale hanno rivestito con ordine i propri ruoli; l’amministrazione ha curato in particolare la promozione e le procedure operative inerenti la sicurezza degli eventi, anche attraverso l’introduzione di una polizza assicurativa per tutti i partecipanti alla Corsa degli Scalzi”.

Partner importante è stata l’Associazione Enti locali per le attività Culturali e di Spettacolo, che ha fornito un grande contributo in termini organizzativi e operativi, come hanno sottolineato unitamente i rappresentanti dell’amministrazione comunale e il presidente dell’Associazione Enti locale per le attività Culturali e di Spettacolo Nicola Ennas, specificando la soddisfazione per aver contribuito alla sottoscrizione di una pagina importante della secolare tradizione religiosa e civile cabrarese.

Presenti e soddisfatti per la riuscita dell’evento di settembre anche i rappresentanti delle associazioni Is Curridoris, con Mauro Mura che ha portato i saluti del presidente Alessio Camedda impossibilitato a partecipare, Santu Srabadoeddu con la presidente Francesca Spanu e Nicola Poddi, presidente del comitato organizzatore dei festeggiamenti 2022. Tutti hanno confermato il grande lavoro di squadra. Con loro anche il parroco Monsignor Giuseppe Sanna, che quest’anno ha potuto vivere per la prima volta l’atmosfera della festa sentitissima a Cabras.

La serata è stata l’occasione per rivivere i momenti più salienti della manifestazione e della festa, grazie ai video dei fotografi e video maker Ettore Cavalli e Andrea Marongiu. Immagini che nel caso del video diventato virale sui social ha raggiunto i 10 milioni di visualizzazioni, sconfinando ben al di là dell’Europa, raggiungendo anche India e Stati Uniti e Argentina.

Il clou della serata, durante la quale l’associazione Is Curridoris ha presentato l’agenda 2023 che a breve sarà in vendita su prenotazione, è stata la cerimonia di premiazione del concorso fotografico.

Sono stati 93 i partecipanti per un totale di 163 scatti in gara. La Giuria era  composta da un rappresentante tecnico, il fotografo e video maker professionista Ettore Cavalli, una rappresentante del mondo della cultura, la dottoressa, l’archeologa e Direttrice della Fondazione Mont’e Prama Nadia Canu e l’insegnante e fondatrice dell’associazione culturale Libriamoci Roberta Meli per la giuria popolare.

Dei novantatre scatti totali sono state trentasei le foto che hanno passato la prima selezione e a raggiungere il podio sono stati Guido Zedde, di Tadasuni, primo classificato con la foto dal titolo Infanzia e bianco, Valerio Caddeo, di Nurachi, al secondo posto con la foto dal titolo Verso il villaggio e terzo il cagliaritano Giulio Casti, con I custodi.

I tre si sono aggiudicati rispettivamente un premio da cinquecento, trecento e duecento euro.