SINIS SENTINELS 2022. Campi naturalistici in collaborazione con Legambiente

L’Area Marina Protetta Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre si prepara per la stagione 2022 con una nuova edizione del progetto Sinis Sentinels, volto alla tutela ambientale e allo sviluppo sostenibile dell’area.

Dopo il successo degli scorsi anni, l’Area Marina Protetta quest’anno si apre alla collaborazione con l’associazione Legambiente Onlus, che inserisce la meta del Sinis all’interno del ventaglio di offerte dei campi a tema naturalistico per la stagione 2022. Insieme alle opzioni di campo vacanza nelle tantissime località dell’Europa, Africa, Asia, America e Oceania, è già possibile cliccare sull’opzione Cabras, tra quelle inserite per lo stato italiano.

“La collaborazione con Legambiente è un elemento prezioso, che accresce la qualità del progetto – afferma il direttore dell’AMP Massimo Marras -. Avremo la possibilità di un presidio costante sul territorio, tramite la presenza sul litorale di personale motivato, che verrà appositamente formato sulle caratteristiche e le potenzialità del Sinis. Siamo fermamente convinti che la presenza fisica in loco sia un elemento imprescindibile per trasmettere un sentimento di rispetto nei confronti della natura a chi viene in vacanza nei nostri mari. Questa nuova edizione di Sinis Sentinels sarà all’insegna della grande cooperazione con dei veri amanti dell’ambiente”.

A partire dal 18 giugno e fino al 15 settembre, AMP e Legambiente hanno in programma nove campi della durata di dieci giorni ciascuno, durante i quali  i volontari, massimo dodici per volta, saranno impegnati nel monitoraggio, sorveglianza e presidio dei luoghi, nonché nella quotidiana attività di sensibilizzazione rivolta ai fruitori della fascia costiera, per una corretta permanenza sul litorale nel pieno rispetto dell’ecosistema.

I volontari saranno presenti a rotazione nell’arco dei tre mesi negli arenili di Is Arutas, San Giovanni di Sinis, Mari Ermi, Maimoni e S’Archeddu e sa canna.

Garantiranno anche supporto agli operatori dell’Area Marina Protetta del Sinis, attraverso attività di catalogazione ai fini di studio dei rifiuti e dei micro rifiuti raccolti in spiaggia e collaboreranno con il CReS (Centro di Recupero del Sinis) nelle attività di tutela della fauna marina, con speciale attenzione alle tartarughe marine (recupero animali in difficoltà, attività del Centro, seguimento e presidio nidificazioni).

 Nel mese di agosto sono previste anche uscite in mare, utili per presidiare gli specchi acquei all’Isola di Mal di Ventre, nel tratto tra Mare Morto e Funtana Meiga-Turr’e Seu, e tra Mari Ermi-Su Portu ‘e s’uedda e Maimoni.

Il turista sarà al centro del progetto. Ad esso saranno rivolte attività di animazione e saranno attivatii gli info-point, con l’obiettivo di informare il visitatore sui luoghi e le opportunità presenti sul territorio, sui progetti dell’AMP e sull’importanza delle azioni di tutela dell’ambiente marino e costiero.

Legambiente, che si occupa delle realizzazione di campi di volontariato nell’ambito dell’educazione ambientale a partire dal 1991, metterà a disposizione un coordinatore per i volontari, che saranno ospitati nei locali dell’ostello di Funtana Meiga.

“Si tratta di una innovazione rispetto al progetto pilota, nato qualche anno fa. Le sentinelle del Sinis, specie se saranno provenienti da altre parti d’Italia, avranno modo di apprezzare la costa di Cabras non come semplici turisti ma come operatori impegnati nella tutela di un ecosistema di pregio – afferma il Sindaco Andre Abis - Riteniamo che sia anche l’occasione giusta per una valorizzazione dei locali dell’Ostello, che per l’occasione verranno risistemati tramite una manutenzione straordinaria e resi accoglienti per ospitare i giovani volontari”.

“Legambiente è impegnata da tanti anni in attività di sensibilizzazione dei cittadini e di citizen science per la tutela attiva degli ecosistemi costieri - spiega Annalisa Colombu, presidente regionale di Legambiente -. Siamo felici di iniziare questa nuova collaborazione al fianco del Comune di Cabras e dell’Area Marina Protetta del Sinis attraverso il progetto Sinis Sentinels e i campi di volontariato, una occasione preziosa anche per il coinvolgimento dei tanti giovani che amano il Sinis, un territorio straordinario per gli aspetti naturalistici e culturali che lo caratterizzano".

Per iscriversi occorre connettersi sul sito di Legambiente o cliccare sul link https://volontariato.legambiente.it/campo/Vol40-2022/la-magia-del-sinis, dove è possibile reperire tutte le informazioni relative al progetto.