Si conclude con successo il primo Festival della Bottarga

Dopo l’esordio di venerdi 9 settembre, che ha visto l’avvio degli appuntamenti del Festival con un’importante parte convegnistica dedicata alla consumazione del pesce già dalla prima infanzia curata dal Flag Pescando Sardegna Centro Occidentale e all’appassionato dialogo sulla sostenibilità della pesca ed il legame con i prodotti del territorio che si è tenuto sul palco di piazza Eleonora in compagnia di Slow Food Sardegna, gli appuntamenti sono poi proseguiti sabato con il convegno fortemente voluto dall’amministrazione comunale sulla salvaguardia della aree umide degli stagni di Cabras e con il primo Laboratorio delle Stelle che ha visto la partecipazione di una chef stellata come Caterina Ceraudo del ristorante calabrese Dattilo, un nome importante che con grande maestria ha comunicato tutto il suo amore per la cucina di qualità e la sua arte.

La giornata di sabato è continuata a ritmo serrato tra menù a base di bottarga, show cooking, laboratori di cucina, esibizioni di artisti di strada e concerti live. Particolarmente apprezzato anche lo show della stella Michelin di casa Salvatore Camedda, artista dei fornelli del ristornate Somu, che con l'accompagnamento del Sommelier delle Cantine Contini Andrea Belleri ha guidato i presenti alla scoperta di sapori e profumi da vero e proprio ristorante stellato.

Il cuore del festival è la degustazione e dopo gli assaggi golosi del sabato, la domenica è proseguita ancora con gli chef Salvatore Camedda al mattino e Mauricio Zillo nel pomeriggio, nome di caratura internazionale, anch’egli chef stellato del Ristorante palermitano Gagini.

Abbinamenti di sapore inaspettati, con la bottarga protagonista accompagnata dal vino vernaccia, hanno stupito i tanti partecipanti dei laboratori che si sono tenuti nella sede della Cantina Contini, main sponsor della manifestazione.

Nella piazza del gusto allestita nel centro storico, i produttori dell'oro rosso del Sinis e i menù dei ristoranti che hanno aderito al Festival hanno acceso le papille gustative dei visitatori della terza serata.

Soddisfatti il Sindaco di Cabras Andrea Abis e l'assessore al Turismo Carlo Trincas. “Stasera chiudiamo questa innovativa edizione del Festival e domani sarà il giorno delle valutazioni e dei numeri, con i quali potremo verificare concretamente i risultati raggiunti. Una mutazione, quella da Sagra a Festival, resa possibile in primo luogo da chi ha creduto in questa scommessa”.

“Per fare novità – ne è convinto il primo cittadino -, bisogna guardare lontano ed è fondamentale il sostegno vero, anche finanziario. Le nostre migliori imprese ci restituiscono fiducia e risposte con la loro partecipazione” ha detto Andrea Abis ringraziando gli sponsor che hanno aderito alla realizzazione dell’evento.

Il pomeriggio è proseguito con il convegno sul tema “Destinazione Sinis, paniere dei prodotti e filiere produttive” con Maria Giuseppina Cireddu, direttrice del Servizio Sviluppo dei Territori e delle Comunità Rurali del’assessorato regionale dell’Agricoltura e Cristiano Deiana, direttore del Gal Sinis.

In tarda serata, nella piazza del gusto, gli chef stellati saranno giudici dei menù presentati dai ristoratori, assegnando il Premio della Critica al migliore ristorante tra Maluentu, Le Dune, La Brace, Sa Bell’e Crabasa e Vitanova. L’assaggio dei professionisti ha messo sulla bilancia le capacità culinarie dei cuochi valutando ogni piatto sulla base di un esame sensoriale che ha coinvolto vista, olfatto e gusto, con l’armonia dei colori, dei profumi e la persistenza dei sapori.

A seguire, lo spettacolare show cooking che ha visto nuovamente protagonisti gli chef Salvatore Camedda e Mauricio Zillo sul palco di piazza Eleonora in compagnia di Giuseppe Carrus del Gambero Rosso, Bruno Francesco Fadda di Spirito Autoctono e Carlo Passera di Identità Golose. Con loro anche Andrea Balleri, sommelier di Cantina Contini.

“Questo Festival della Bottarga è di alto livello e rappresenta ora l’evento annuale che riesce a  caratterizzare e valorizzare nel modo giusto l’eccellenza alimentare ed enogastronomica del territorio. Grazie alla presenza e alla promozione delle riviste di settore e della critica specializzata, il nome di Cabras verrà rilanciato nei canali nazionali e internazionali. Abbiamo fatto una grande operazione di marketing con un format nuovo e ricchissimo” prosegue il Sindaco.

“Abbiamo dato origine a un allungamento della stagione del quale siamo assolutamente fieri e consapevoli. Spostare la data della manifestazione è stato un atto di coraggio che ha premiato Cabras perché mai prima d'ora si erano registrati questi numeri di presenze nella seconda settimana di settembre” ha concluso l’Assessore Trincas.

“Una tre giorni di degustazioni che è stata anche l’occasione per fare il punto sul territorio, con approfondimenti importanti sulla gestione e sul futuro della laguna e del settore ittico. Raccogliamo gli esiti positivi di un confronto tra le istituzioni e gli operatori della pesca, che nella filiera della bottarga sono i veri protagonisti e possono guardare avanti con fiducia grazie al miglioramento delle produzioni e del riconoscimento del valore economico della bottarga” ha detto l’Assessora alla Pesca Alessandra Pinna.

La tre giorni dedicata all’oro di Cabras, la Bottarga, è stata inoltre l’occasione, per tantissimi turisti presenti, di andare alla scoperta del territorio dei Giganti. Con la collaborazione della Fondazione Monte Prama sono state organizzati dei tour e dei biglietti a prezzi scontati per mostrare ai visitatori alcune della bellezze del territorio, come il museo cittadino con le statue simbolo dei Giganti, le vestigia della suggestiva città di Tharros e la Torre Spagnola di San Giovanni. Anche la chiesa paleocristiana di San Giovanni di Sinis è stata tra le mete del cammino del Romanico in Sardegna con la collaborazione della Fondazione Sardegna Isola del Romanico.

L’evento è stato organizzato dal Comune di Cabras con il contributo della Fondazione di Sardegna, la Camera di Commercio di Cagliari e Oristano, il Gal Sinis, il Flag Pescando, Slow Food e con la collaborazione dell’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo. Gli sponsor: Cantina Contini, Immova, Sa Marigosa, Vicino a te, Azienda Agricola Falchi, Crai, Somu, Alea.