Cookies

Prima giornata ecologica 2021. Quasi 500 kg di rifiuti portati via da Is Arutas e Mari Ermi

Si è svolta oggi la prima delle Giornate Ecologiche 2021, organizzate dall’Amministrazione comunale insieme all’Area Marina Protetta Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre, in collaborazione con la Consulta Giovani Cabras, l’Associazione Tzur San Giovanni di Sinis, la sezione di Oristano della Lipu e la Cooperativa Alea.

Il pomeriggio è iniziato alle ore 15 con l’incontro preliminare al centro polivalente, dove il Direttore dell’AMP Massimo Marras ha accolto i partecipanti, che si sono divisi in due squadre, una per il litorale di Is Arutas e l’altra per Mari Ermi.

Ottimo il risultato. Tra le due località marine sono stati prelevati circa 500 kg di rifiuti, in prevalenza plastiche, ma non sono mancati i rifiuti ingombranti, gli pneumatici, il vetro e addirittura una scatola colma di mattonelle in ceramica.

“Non si deve sottovalutare l’importanza di questi appuntamenti - ha sottolineato il Direttore dell’AMP Massimo Marras -, perché il territorio ha costantemente necessità del nostro intervento. Per quanto riguarda il prelievo delle plastiche ad esempio, è indispensabile portare via dal litorale bottiglie e contenitori prima che si frantumino e si trasformino in microplastiche”.

Oltre agli organizzatori sono stati diversi i volontari che hanno preso parte alla raccolta, tra loro anche rappresentanti della sezione di Cabras di Italia Nostra e studenti universitari rientrati appositamente dal capoluogo per amore della propria terra.

Nella zona di Mari Ermi è stato eccezionalmente trovato anche un nido di fratino, appositamente segnalato e protetto per evitare che possa venire distrutto dal passaggio dell’uomo.

Il rispetto per l’ambiente è stato il filo conduttore che ha legato i partecipanti in questo primo pomeriggio di raccolta – ha detto il Sindaco Andrea Abis – sono molto contento che la Consulta Giovani abbia partecipato nell’ideazione del progetto e soprattutto che tanti giovani abbiano partecipato, questo è indice della consapevolezza da parte delle nuove generazioni  di quanto sia importante salvaguardare il nostro territorio”.

Il prossimo appuntamento è previsto per mercoledì 2 giugno, per la pulizia della borgata marina di San Giovanni. L’evento è organizzato in collaborazione con l’associazione Tzur e Palstic Free.