Cookies

A lezione di educazione civica con gli amministratori

Questa mattina gli alunni della seconda classe della Scuola Secondaria di I grado di Cabras hanno partecipato a una speciale lezione di Educazione Civica. Il Sindaco Andrea Abis, il Consigliere con delega all’Istruzione Ferdinando Sechi e il Responsabile dei Servizi Demografici Marco Meli, in collaborazione con il Dirigente scolastico Paolo Figus,  hanno incontrato gli alunni per un progetto di cittadinanza attiva durante il quale sono stati coinvolti in una vera e propria seduta di Consiglio Comunale dei ragazzi, portando all’attenzione degli amministratori le proprie idee e proposte di miglioramento per il paese.

Il Sindaco Abis e il Consigliere Sechi hanno consegnato agli studenti un opuscolo preparato dai Servizi Demografici e alla Cittadinanza del Comune, all’interno del quale sono racchiusi i concetti dell’essere cittadini e cittadine, dal momento della nascita, quando si viene registrati all’Anagrafe, per arrivare alla maggiore età, quando si ottiene il diritto di voto. Nel libricino non mancano i riferimenti agli organi istituzionali e alla storia locale.

“È fondamentale che sia chiara in noi l’idea di appartenere a una comunità all’interno della quale siamo liberi nel pieno rispetto delle regole della democrazia – ha spiegato ai ragazzi il Sindaco Andrea Abis -. Ognuno di noi ha dei diritti e dei doveri ben precisi che sono una garanzia per il benessere della cittadinanza”.

 “Quello che è stato consegnato ai ragazzi è un vademecum che li accompagnerà nel tempo – ha detto il consigliere Ferdinando Sechi -. Narra il percorso intrapreso da chi ci ha preceduti e prepara al futuro. Conoscere la storia è importante non solo per affrontare la propria vita ma anche per apprezzare difendere e migliorare il territorio”.

Fra le proposte di cambiamento per Cabras che hanno citato gli studenti, consiglieri per un giorno, è emersa in particolare la creazione di uno skatepark, la manutenzione dell’edificio delle scuole di via Trieste, della viabilità pubblica, la risistemazione del campo da calcio del Sacro Cuore e la creazione di uno stadio.

“Si tratta di interventi significativi, la maggior parte dei quali abbiamo già  in programma e che da questo momento assumono un valore ancora più grande perché a richiederli sono i nostri ragazzi”.