La costa del Sinis palestra naturale per la riabilitazione al Parkinson e prima in Italia, dal 4 al 6 novembre a Cabras l’evento conclusivo di S4P

Dal 4 al 6 novembre, a Cabras, si svolgerà l’evento conclusivo di Sea, Sail & Surf for Parkinson (S4P), progetto Europeo che promuove la pratica degli sport acquatici in affiancamento alle terapie mediche per la cura dei pazienti affetti dal Parkinson, una delle malattie neurodegenerative più diffuse al mondo. Oltre un centinaio di pazienti hanno partecipato alla sperimentazione nella Costa del Sinis, prima destinazione in Italia ad aver testato questo tipo di esperienze riabilitative.

Vela, surf e sport acquatici come terapia; la Costa del Sinis e il mare, in Sardegna, il luogo naturale e ideale per esercitarsi e migliorare i limiti della difficoltà motoria. Si chiama Sea, Sail & Surf for Parkinson (S4P) e promuove il mare e gli sport in acqua e all’aria aperta come attività riabilitativa per i pazienti affetti dal morbo di Parkinson e altre patologie che causano difficoltà del movimento similari. Il Parkinson è una delle malattie neurodegenerative più comuni al mondo, che colpisce quasi l’1% della popolazione, di cui 400 mila pazienti – diagnosticati - solo in Italia; tra i due e i 3000 stimati in Sardegna. 

Il progetto europeo inserito nell’ambito del programma ERASMUS+: SPORT SMALL COLLABORATIVE PARTNERSHIPS, avviato in piena pandemia per la disseminazione delle linee guida, giungerà alla sua conclusione dal 4 al 6 novembre 2022 a Cabras con il 3° meeting transnazionale che riunisce gli esperti da tre Paesi, alcuni pazienti, a confronto con le associazioni mediche, ricreative e con gli operatori locali, dalla vela al turismo, che vogliono ampliare e ridisegnare la propria offerta, avvalendosi dell’esperienza del network. Una serie di attività sul campo, a mare e a terra, lungo la costa e all’interno dell’Area Marina protetta del Sinis, serviranno a raccontare un percorso che, in Sardegna, è iniziato già da tempo, portando ottimi risultati.

Dalla survey condotta all’interno del progetto europeo S4P e sottoposta ai pazienti affetti dal morbo di Parkinson e appartenenti ai paesi partner Italia, Turchia e Spagna, emerge la netta preferenza per gli sport acquatici, percepiti come più compatibili con i limiti cognitivi e fisici della malattia. I risultati del sondaggio, assieme alla definizione delle linee guida per la conduzione di queste attività in affiancamento alle terapie riabilitative, verranno presentati proprio nel pomeriggio di domenica 6 novembre (online e dal vivo al Centro Polivalente di Cabras in Via Tharros, dalle ore 15).

“I miglioramenti sono evidenti sia dal punto di vista motorio che cognitivo e psicologico – spiega il dottor Modugno – abbiamo rilevato un netto miglioramento dell’umore, diminuzione della fatica e della stanchezza, del sonno e del dolore. Stando insieme, i pazienti si sentono più a loro agio, si divertono e questo migliora anche l’armonia famigliare che, tipicamente, è molto compromessa da questo tipo di situazioni. Sicuramente il Sinis è in assoluto la prima destinazione in Italia ad essersi cimentata in questo tipo di attività, ma a ruota, grazie al lavoro di divulgazione è verosimile che partano altre esperienze”.

"La nostra amministrazione comunale con l’Area Marina Protetta è ben lieta di accogliere e supportare progetti dall’alta valenza sociale e morale come quello di Sea, Sail and Surf for Parkinson basato sul legame tra questo meraviglioso ambiente e territorio e nuove forme di terapia riabilitativa psico fisica basate sullo sport acquatico" ha detto il Sindaco di Cabras, Andrea Abis.

“L’evidenza dei buoni risultati che le persone affette dal morbo di Parkinson riescono ad ottenere è sicuramente legato al contesto altamente energizzante come quello del mare, vento e barca a vela classica che abbiamo ampiamente testato nelle coste del Sinis durante i 7 anni in cui abbiamo ripetuto la “Sail4Parkinson”, ha commentato Daniela Meloni della Limolo Activities ASD.

Il progetto è guidato dall’associazione Mariolè di Sestu (CA), capofila del progetto, assieme ai partner Limolo Activities ASD di Cabras, alla Federacion Spagnola di Parkinson, al Deportivo Fuerte Tribu (Fuerteventura Spagna) e Ankara Sailing Club (Turchia); con la partecipazione del Comune di Cabras che supporta e ospita l’evento, unitamente all’Area Marina Protetta del Sinis.

IL PROGRAMMA

Nelle giornate di “Sea, Sail Surf for Parkinson (Mare, vela e surf per il Parkinson)” ci saranno alcuni pazienti dalla Sardegna e dalla Spagna, che si sottoporranno a dei test pratici per le prove in barca a vela, prove di movimento a terra e surf.

La mattinata di sabato 5 e la giornata di domenica 6 novembre saranno aperte anche al pubblico esterno di addetti ai lavori (previa registrazione): associazioni locali di pazienti, medici, ricercatori e operatori della terapia fisica dei disturbi del movimento, istruttori e allievi di scuole di vela e sport acquatici, ricercatori, professionisti e agenzie che, a vario titolo, sono interessate al tema e vogliono sviluppare e integrare la propria offerta di riabilitazione, sportiva, turistica o formativa. La mattina del 6 novembre è previsto un trekking lungo l’istmo e sino a Capo San Marco, che sarà l’occasione anche per visitare l’Area Marina Protetta del Sinis. Nel Centro polivalente di Cabras (via Tharros), nel pomeriggio del 6 novembre, dalle 15.00 alle 18,00 si terrà la Conferenza Pubblica, dal vivo e in streaming, con i rappresentanti delle Associazioni sportive e dei pazienti Parkinson, medici fisioterapisti, con la presentazione dei risultati. In particolare, verrà presentato l’esito del sondaggio internazionale che evidenzia la forte propensione verso gli sport acquatici dei parkinsoniani, mettendo quindi in evidenza le opportunità nel settore e verranno condivise le buone pratiche per chi vuole costruire esperienze ad hoc per questo tipo di clientela.

Ad affiancare Limolo Activities ASD nella realizzazione dell’evento finale a Cabras, le Associazioni Sportive: Circolo Nautico Oristano, Kit’e’ndi, Sea Scout e la Cooperativa Nel Sinis per la parte delle escursioni con la valorizzazione dell’aspetto dell’educazione ambientale. Tra i partner della realizzazione, Klesidra Compagnia Teatrale, che ha sperimentato con i pazienti alcune tecniche di coaching.

Leggi la notizia relativa ai precedenti appuntamenti del progetto Sea, Sail & Surf for Parkinson! >> L’8 e 9 aprile una due giorni dedicata al Parkinson con S4P | Comune di Cabras