L’Area Marina Protetta del Sinis a Roma all’incontro Valore Natura. Si è discusso del ruolo delle aree protette per la tutela e la valorizzazione dell’Italia

L’Area Marina Protetta Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre ha partecipato all’incontro “Valore Natura”, dedicato alla tutela e alla valorizzazione dell’Italia attraverso le aree marine protette, che si è tenuto nei giorni scorsi a Roma, presso la  Sala Capranichetta in Piazza Montecitorio. 

L’appuntamento è stato organizzato da WWF Italia e dalla Onlus Marevivo e ha visto la presenza di Aree Marine Protette da tutta Italia, del Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin, del Ministro della Protezione Civile e delle Politiche del Mare Nello Musumeci e del presidente della Commissione Agricoltura del Senato Luca De Carlo.

Nel corso della conferenza, sono stati messi in evidenza i problemi principali che attraversano le aree marine protette e gli enti gestori.

Presente il Sindaco Andrea Abis, a rappresentare il Comune di Cabras: “E’ stato un momento di relazione istituzionale e di confronto molto proficuo, anche in vista dell’incontro con l’Assessora regionale all’Agricoltura Satta, che si terrà giovedì 19 gennaio a Cagliari – ha dichiarato il Sindaco Abis -. Sarà l’occasione per presentare delle proposte che metteranno al centro il grande tema della pesca in Area Marina Protetta”.

Nel tavolo dei relatori era presente anche il Direttore dell’AMP Massimo Marras, che ha parlato della sorveglianza delle aree marine protette di grandi dimensioni, con un intervento che è stato ampiamente apprezzato: “L'incontro è stato molto importante perché ha permesso di rappresentare al nuovo Governo, la situazione di disagio delle aree protette e del sistema che deriva dalle criticità applicative della legge 394/91 – ha dichiarato il Direttore Marras. - La nostra AMP, per difendere i pescatori professionisti dalla pesca illegale, dal 2018 collabora con gli organi di controllo perché siano messe in campo soluzioni efficaci e adottato uno schema interforze su impulso del Procuratore della Repubblica e del Prefetto di Oristano”.  

Particolare apprezzamento per l’intervento del Ministro delle Politiche del Mare, che ha sottolineato l’importanza della vicinanza delle politiche governative verso i gestori locali e le comunità.

Soddisfatta anche l’Assessora con delega alla Pesca Alessandra Pinna: “La nostra AMP è stata chiamata a rappresentare le criticità relative alla sorveglianza, una delle attività più importanti a tutela del patrimonio naturalistico ma anche e soprattutto delle attività produttive come la pesca professionale, di cui però le aree marine protette, come noto, non rivestono competenza diretta. Siamo in attesa che venga sottoscritta una convenzione operativa che aiuterà i professionisti a svolgere la propria attività con risvolti importanti dal punto di vista socio-economico e della tutela del lavoro in mare” ha concluso l’Assessora Alessandra Pinna.

A questo incontro ne seguiranno degli altri, su tematiche specifiche, ai quali parteciperà nuovamente l’Area Marina Protetta Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre, portando il proprio contributo.