L’AMP celebra la Giornata Nazionale del Mare con le scuole, con il progetto “Gli Amici del Fratino”

In occasione della celebrazione della Giornata nazionale del mare, sono iniziate le attività sul campo del progetto di educazione ambientale e alla sostenibilità Gli amici del Fratino, organizzato dall’Area Marina Protetta Penisola del Sinis - Isola di Mal di ventre, in collaborazione con la Lipu, Forestas, il Ceas Ingurtosu e l'Istituto comprensivo di Cabras.

Il progetto, finanziato dall’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente, intende avviare una serie di attività informative, educative e di sensibilizzazione nell’ambito del delicato tema della tutela e conservazione della biodiversità, nello specifico del Fratino, specie in via di estinzione.

Dopo un primo incontro formativo in classe che si è svolto venerdì primo aprile, questa mattina i ragazzi delle scuola secondaria di primo grado si sono ritrovati nella spiaggia di Mari Ermi, per scoprire insieme ai biologi e agli esperti dell’avifauna quali siano le buone norme da attuare per rispettare l’ambiente che li circonda.

Aiutati dal personale di Forestas e seguiti dagli insegnanti, gli studenti hanno posizionato la cartellonistica nell’area che congiunge la spiaggia e la palude, sulla quale sono specificate alcune semplici ma importanti regole da rispettare nel periodo interessato dalla nidificazione: camminare lontano dalle dune, non avvicinarsi agli eventuali nidi presenti ma segnalarli chiamando il 1515, numero di pronto intervento del Corpo Forestale, e tenere i propri cani al guinzaglio.

Il profilo costiero e le numerose zone umide presenti nel perimetro di competenza della riserva marina del Sinis rappresentano un delicato habitat, sono numerose le specie di uccelli che vivono e condividono il territorio, alcune delle quali nidificano in prossimità della costa, negli stagni e nelle paludi presenti, zone identificate come aree SIC, Siti d’Interesse Comunitario e ZPS, Zone di Protezione Speciale.

“Abbiamo scelta la giornata di oggi per avviare le attività sul campo del progetto e quindi celebrare la giornata nazionale del mare. Il Mediterraneo è una fonte di ricchezza che va rispettata e con esso anche tutte le specie animali e vegetali che ci vivono – ha detto il Direttore dell’area Marina Protetta Massimo Marras -.  Il Fratino è la specie maggiormente minacciata dalle insidie rappresentate dall’attività antropica e dalla mancanza d’informazione. Il progetto intende portare alla conoscenza dei non addetti ai lavori questa realtà, per capirla e rispettarla”.

A partire da oggi e fino al termine della stagione estiva sono previste altre iniziative che coinvolgeranno diversi portatori di interesse, come le attività produttive presenti nel litorale, i turisti e visitatori

“È fondamentale che i giovani vengano indirizzati verso queste attività, ma è altrettanto importante che la consapevolezza sul valore del mare e del territorio che ci circonda sia condivisa da tutti coloro che vi gravitano intorno – aggiunge il Sindaco Andrea Abis -. L’obiettivo è quello di garantire nel tempo la fruizione di contenuti educativi sul tema e incentivare la tutela della biodiversità vegetale e faunistica di un territorio che punta gran parte del suo sviluppo economico sulla valorizzazione del patrimonio naturalistico, rendendolo sempre più fruibile in termini di eco sostenibilità”.

-----------------

La Giornata nazionale del mare è stata istituita il 13 febbraio 2018 per sensibilizzare le giovani e i giovani, attraverso attività e momenti di confronto, e sviluppare il concetto di ‘cittadinanza del mare’ e rendere le studentesse e gli studenti cittadini attivi del mare, ovvero tutori della sua conservazione e della sua cultura.