Il primo maggio torna la Ciclopedalata del Sinis

Torna a Cabras il tradizionale appuntamento del primo maggio con la Ciclopedalata del Sinis. L’Amministrazione guidata dal sindaco Andrea Abis in collaborazione con l’associazione culturale Tzur – San Giovanni di Sinis, ripropone uno degli eventi più attesi dalle famiglie e dai giovani di Cabras e dei paesi limitrofi, che segna l’avvio della stagione calda.

La nuova edizione della manifestazione, dopo i due anni di pausa forzata a causa della situazione pandemica, quest’anno ha un significato di rinascita e si presenta come evento di riscoperta del territorio, proponendo un approccio lento e consapevole con la natura, in un percorso che attraversa Cabras e il Sinis.

“La ciclopedalata del 1 Maggio è una manifestazione a cui teniamo molto e che vogliamo riproporre, dopo lo stop di questi anni, come appuntamento fisso, tanto atteso da molti cittadini. Vogliamo ricreare un clima di normalità, di festa e in particolare vogliamo di nuovo vivere appieno il nostro territorio – afferma il sindaco Andrea Abis -. Cabras e il Sinis possiedono peculiarità che per loro natura sono ottimali per un turismo lento, a piedi e in bici, per promuovere il quale riteniamo importantissima la presenza di piste ciclabili che rappresentano un punto fermo nella nostra progettualità e programmazione e al quale non rinunciamo”.

Per poter assaporare con tutti i sensi le meraviglie del territorio che si attraverserà e assicurare ai partecipanti una conoscenza più approfondita, l’associazione Tzur quest’anno proporrà due brevi racconti sui luoghi nei quali si farà tappa: San Salvatore di Sinis e San Giovanni di Sinis, con un’introduzione generale prima della partenza.

La ciclopedalata consente di unire la fruizione delle nostre bellezze naturalistiche alla pratica di attività fisica, spingendoci ad adottare stili di vita sostenibili e salutari. Cabras permette un approccio vero con l’ambiente grazie alla vastità delle attività che si possono svolgere all’aria aperta – spiega l’Assessore al Turismo e allo Sport Carlo Trincas - . Con questa giornata diamo il via a una stagione che si prospetta decisamente positiva sul profilo delle presenze. Il nostro impegno è rivolto a far sì che Cabras diventi un destinazione primaria anche per chi vive la filosofia del viaggio sulle due ruote come stile di vita, per un’esperienza più autentica e vera, a contatto con l’ambiente e le persone che lo vivono”.

Il programma prevede le procedure di iscrizione a partire dalle ore 8 nella piazza Don Sturzo, con partenza da Cabras alle ore 9.30, con una tappa intermedia a San Salvatore e arrivo a San Giovanni per le ore 12.30. I partecipanti potranno scegliere di trascorrere la giornata in spiaggia o passeggiando alla scoperta delle bellezze naturalistiche di capo San Marco o visitando gli insediamenti storici e archeologici della borgata. Nelle tappe saranno offerti ai partecipanti dei piccoli gadget di ristoro.

Come momento ludico, alle 16.30 prima della ripartenza verranno consegnati degli omaggi per le diverse categorie di partecipanti, come ad esempio il più giovane e il meno giovane e chi arriva da più lontano. I premi saranno offerti dalle associazioni e dai commercianti di zona.

La ripartenza per Cabras è prevista per le ore 17.30. L’evento è aperto a tutti. I bambini al di sotto dei 12 anni dovranno essere accompagnati da un adulto. Il costo di partecipazione è di 2.50 euro e darà diritto all’assicurazione e alla maglietta dell’evento, fino a esaurimento scorte.

Si può procedere con le preiscrizioni presso le officine Fratelli Camedda (noto Simbidau) in Via Tharros 61/63. È consigliato prenotarsi inviando una e-mail all’indirizzo tzursangiovannisinis@gmail.com