Cookies

Comune e Area Marina Protetta sempre più green

Il Comune e l’Area Marina Protetta Sinis – Mal di Ventre, procedono spediti verso una direzione sempre più green, in linea con le direttive europee che spingono per una decisa riduzione delle emissioni di gas serra.

Grazie al progetto Sinis Electric Mobility, che si inserisce in un più ampio programma denominato “AMP per il Clima 2020”, l’Area Marina si è aggiudicata un finanziamento di 246 mila euro proveniente dal Ministero della Transizione Ecologica.

Il progetto prevede l’installazione di quattro colonnine di ricarica elettrica nel centro abitato e nel Sinis, insieme all’acquisto di un’automobile elettrica, che riduce drasticamente le emissioni di Co2 nell’ambiente. Si tratta di un mezzo che va ad affiancarsi al veicolo elettrico già in dotazione al Comune dal mese di febbraio.

I fondi ministeriali destinati agli investimenti per la riduzione delle emissioni di Co2, in applicazione della direttiva 2009/29/CE, provengono dalla messa all’asta delle quote derivanti dalle emissioni in eccesso nel mercato europeo e devono essere obbligatoriamente destinati a interventi tesi a ridurre la produzione dei gas serra, incrementare l’efficienza energetica e incentivare il passaggio a modalità di trasporto pubblico a basse emissioni.

“La scelta dell’elettrico risponde in maniera concreta alle esigenze ambientali sempre più attuali e urgenti – ha dichiarato il Sindaco Andrea Abis -. Abbiamo la fortuna di vivere in un territorio che mantiene intatta la sua integrità e la purezza dei luoghi e abbiamo il dovere di rispettarle operando con delle scelte sostenibili ed ecologiche”.  

L’acquisto dell’automobile si affianca alla rottamazione di un veicolo con più di dieci anni di servizio, con emissioni secondo gli standard EURO 3.

“Con questo intervento si persegue l’obiettivo prioritario di riduzione delle emissioni inquinanti prodotte da veicoli ormai obsoleti – ha dichiarato il Direttore dell’AMP Massimo Marras - e l’Area Marina si pone quale esempio trainante al fine di stimolare la diffusione, purtroppo oggi veramente esigua, di veicoli a trazione elettrica nella Provincia di Oristano, territorio di riferimento dell’intervento nel quale ricade il territorio del Comune di Cabras”.

L’auto è in dotazione all’AMP da pochi giorni, le colonnine per l’alimentazione verranno installate entro la prossima stagione estiva. Avranno una potenza di 11 kw/h e saranno dotate di pensiline fotovoltaiche che garantiranno che l’energia utilizzata per la ricarica sia 100% rinnovabile.

Verranno posizionate nelle spiagge più frequentate del litorale, Is Arutas e San Giovanni di Sinis, con l’obiettivo di stimolare e incentivare la mobilità elettrica dei fruitori dell’Area Marina Protetta. Un terzo punto di ricarica verrà collocato presso il Centro polivalente di via Tharros attualmente in carico all’AMP e dove si prevede di trasferire a breve la sede principale della stessa. Infine, un quarto punto sarà installato presso la sede del Comune in via Dante, dove da febbraio si trova già una prima colonnina per la ricarica dell’auto comunale.

Oltre a essere utilizzabili per la carica di bici o autoveicoli di privati o di operatori turistici locali, b&b e hotel, i nuovi punti saranno connessi alla rete elettrica per lo scambio della produzione in eccesso.

 “Grazie a questo progetto non solo si procede nella direzione verde nel pieno rispetto dell’ambiente – ha concluso il primo cittadino -, ma si amplia l’offerta turistica, garantendo a chi ha scelto uno stile di vita green di poter usufruire di un servizio dedicato, funzionale alle sue aspettative e veloce”.

L’AMP del Sinis ha già presentato anche una nuova proposta di progetto per il bando 2021, che al momento è in attesa di una valutazione da parte del Ministero.