Cookies

Cabras si aggiudica il premio "5 Vele" di Legambiente

Cabras è tra i vincitori del premio Cinque Vele di Legambiente, l’ambito riconoscimento assegnato ai comprensori con i mari più belli d’Italia.

               

Questa mattina si è tenuta in videoconferenza la cerimonia di premiazione presieduta da Sebastiano Venneri, Responsabile Turismo Legambiente, Stefano Ciafani, Presidente Legambiente ONLUS, Franco Iseppi Presidente Touring Club Italiano e Giuseppe Dodaro della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

 

Durante la mattinata Touring club ha presentato la guida “Il mare più bello 2021”, sulla quale il litorale cabrarese compare fra i migliori del panorama italiano.

 

“Per Cabras è un onore ricevere un premio così importante – ha affermato con soddisfazione il Sindaco Andrea Abis -, Le Cinque Vele rappresentano un vessillo da poter mostrare con orgoglio e sono un’occasione per mostrare il territorio a un vasto pubblico”.

 

Sono 18 i comprensori marini e 7 quelli lacustri che sono riusciti quest’anno a ottenere tutte e cinque le vele. Tra i parametri per l’aggiudicazione lo stato di conservazione del territorio e del paesaggio, la qualità dell’accoglienza e la sostenibilità turistica della località, la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di spiagge libere, la presenza di luoghi di interesse storico-culturale, la promozione di iniziative di gestione sostenibile, la presenza di fondali particolarmente interessanti per chi pratica l’attività subacquea. Durante la mattinata è stato aperto un focus sul tema dell'accessibilità e in particolare sugli stabilimenti balneari che offrono servizi avanzati per persone disabili.

 

“A breve  Cabras inaugurerà una struttura studiata proprio per dare un servizio agli utenti con disabilità funzionale, un molo galleggiante dotato di un sollevatore a bandiera capace di posizionare su una imbarcazione anche chi è impossibilitato a farlo autonomamente – ha spiegato Abis -. Il nostro lavoro per il miglioramento dei sevizi è sempre in atto e si vedono i risultati di questi primi tre anni di amministrazione, in cui, in tema costiero, la pietra miliare è stata la sostenibilità e la difesa del patrimonio naturalistico e ambientale”.