Annullata per le condizioni meteo non ottimali la giornata ecologica “Puliamo l’Isola! 2022”

La giornata ecologica “Puliamo l’Isola! 2022” prevista per domenica 18 settembre è stata annullata a causa delle condizioni meteorologiche non ottimali previste, che non permettono un sereno trasporto dei partecipanti via mare. Impossibile al momento rinviarla, in quanto le società di trasporto verso l’isola sospendono le attività per la pausa invernale. L’appuntamento è quindi rimandato al prossimo anno.

Lo comunica il direttore dell’area Marina Protetta Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre, Massimo Marras.

“Siamo dispiaciuti, la giornata ecologica all’isola di mal di ventre è ormai un appuntamento atteso e partecipato, programmato per il mese di settembre nel rispetto delle specie che nidificano in quell’area. Proprio per questo motivo è però anche più soggetto a rinvii a causa delle possibili mareggiate. Le adesioni avevano già superato le novanta  persone, ci auguriamo che una così ampia partecipazione possa ripetersi il prossimo anno” ha detto Marras.

In queste ore il personale AMP sta provvedendo ad avvisare tutti coloro i quali avevano dato l’adesione tramite il form online dell’impossibilità di realizzare la giornata ecologica.

Nel 2021 oltre cento volontari, insieme al Sindaco Andrea Abis, agli Assessori, ai Consiglieri e agli operatori dell’Area Marina Protetta, armati di sacchi per la raccolta differenziata, erano sbarcati sull'isola situata in una delle zone più pregiate dell'Area Marina del Sinis.

 Erano stati raccolti circa duecentotrenta chili di rifiuti. Fondamentale era stato l’impegno dell’AMP per il trasporto dalla zona di Cala Maestra di una meda risalente al 2013 e dei resti di due boe arenate dal 2004, queste ultime del peso di circa seicentocinquanta chili. Un’operazione spettacolare che si era svolta tramite l’ausilio di un elicottero, sollevando in piena sicurezza sia le boe che la meda, pilone lungo dieci metri e pesante oltre una tonnellata.

Durante le giornate ecologiche 2022 sono stati portati via dal mare 550 chili di rifiuti. Come ogni anno a prevalere è stata la plastica.