“Un Natale per tutti” compie quattro anni. Raggiunti 154 nuclei familiari

Questa mattina si è svolta la ormai tradizionale consegna dei pacchi alimentari che il Comune e la cittadinanza hanno donato ai nuclei familiari più in difficoltà grazie all’iniziativa Un Natale per tutti.

Quest’anno sono state 154 le famiglie che hanno beneficiato delle numerose donazioni, per un totale di 366 persone, tra adulti e bambini. Rispetto allo scorso anno, quando erano stati segnalati dai Servizi sociali 116 nuclei familiari, si è registrato un incremento.

“Il numero crescente di persone in difficoltà è il risultato di un periodo che ha lasciato seri strascichi all’interno della società. Il sostegno tramite bonus e sussidi statali è costante, ma in occasione del Natale è importante stare vicino alle famiglie in maniera più attenta per colmare le necessità primarie anche con gesti comunitari. Un Natale per tutti ha successo anche grazie alla partecipazione attiva della popolazione” ha affermato il Sindaco Andrea Abis.

Anche quest’anno il contributo delle associazioni di volontariato Anteas Cabras, Vincenziane del Sacro Cuore e Caritas parrocchiale è stato indispensabile perché, oltre alla collaborazione attiva, partecipano nel segnalare situazioni non sempre note. Con loro, sono stati presenti gli uomini della Compagnia barracellare e i ragazzi della Consulta Giovani, che hanno supportato il banco di raccolta durante gli eventi di Natale nelle piazze e hanno partecipato alla suddivisione dei prodotti raccolti. 

Quest’anno un aiuto importante è arrivato dalle scuole, dove alunni e personale scolastico hanno partecipato con degli appositi banchetti di raccolta all’interno dei vari plessi.

Il Comune ha contribuito investendo una cifra di 20mila euro per l’acquisto di prodotti freschi e di prima necessità presso i rivenditori locali, che sono stati consegnati questa mattina. L’eccedenza a lunga conservazione è stata depositata nella sede del market solidale per incrementare le scorte che verranno distribuite durante l’anno.

“Abbiamo ricevuto tante richieste e siamo davvero felici di essere riusciti a provvedere alle necessità più urgenti, facendo sì che nel giorno di Natale tutte le tavole possano essere imbandite in modo dignitoso – ha detto l’Assessora alle Politiche Sociali, Sanitarie e Assistenziali Laura Celletti -. La scelta dell’acquisto a chilometro zero è stata alla base dell’iniziativa, in questo modo a giovare della raccolta solidale non sono state solo le famiglie meno abbienti ma anche i produttori locali”.

La raccolta prosegue il 6 gennaio, quando durante la Festa delle Befane si potranno donare giocattoli per i più piccoli.