Cookies

Vetrina immobiliare: alienazione terreni comunali

 

Sarà possibile fino alle 13 del 28 luglio 2020 presentare la propria manifestazione d’interesse per partecipare alla gara pubblica di alienazione del terreno comunale di via Matteotti, terreno edificabile da adibire a negozi. L’istanza dovrà pervenire, a pena di esclusione, all’ufficio del protocollo del comune di Cabras mediante raccomandata, consegna a mano o tramite pec, come indicato nel testo dell’avviso. Privati cittadini, imprese singole e associate potranno così partecipare alla cessione del terreno comunale di via Matteotti, previa gara pubblica con offerta migliorativa rispetto alla base di gara di 150.000 euro.

Entro lo stesso termine del 28 luglio alle 13 sarà possibile presentare la propria istanza di manifestazione d’interesse per l’acquisizione di terreno e capannone di via Emilia. L’area, nota come “ex-mattatoio”, è edificabile (zona B) ed è ad oggi adibita a cantiere comunale. Le modalità di presentazione dell’istanza sono le medesime della manifestazione di via Matteotti, come indicato nell’avviso. Lo svolgimento dell’alienazione del terreno di via Emilia potrà avere due possibili percorsi alternativi. Una prima via è la cessione del terreno comunale, previa offerta in denaro, migliorativa sull’importo a base di gara di 282.000 euro.  Seconda opzione è invece la cessione del terreno come corrispettivo per un’offerta che preveda in cambio la vendita di un terreno ubicato in zona commerciale (D) o in zona servizi (G) con annesso capannone per cantiere comunale. In questo secondo caso l’offerente può costruire il capannone su un terreno di sua proprietà in zona D o G oppure cedere al Comune un capannone già nella sua disponibilità. Per conoscere le caratteristiche esatte è necessario prendere visione dell’avviso.

In particolare sull’alienazione di via Emilia il vicesindaco e assessore al patrimonio Alessandra Pinna dichiara: “In via Emilia e via Toscana abbiamo già edificato alloggi a canone moderato. Si tratta di una zona residenziale, come da vecchio piano regolatore. Dal nostro insediamento stiamo operando in ordine a riordino, gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare. Lo facciamo attraverso l’individuazione di quei beni non strumentali all’esercizio delle funzioni istituzionali, proprio attraverso uno specifico piano delle alienazioni, che da un lato dà respiro al bilancio comunale e dall’altro valorizza i beni. Nell’ottica di una maggiore funzionalità del patrimonio all’attività amministrativa dell’Ente, restituiamo così un’area edificabile alla sua originaria destinazione, ovvero quella di dar spazio all’edilizia residenziale. Ottimizziamo spazio e risorse e valorizziamo un’area, senza per questo privarci del capannone. Anch’esso è sì funzionale all’attività dell’ente, ma necessariamente deve trovare collocazione in un’area commerciale o in una servizi”. 

In entrambe le manifestazioni d’interesse, alla gara si procederà anche in caso in cui pervenisse una sola istanza e potranno in ogni caso partecipare anche coloro che non hanno presentato manifestazione d’interesse. 

Coloro che in questa fase presenteranno la propria istanza non matureranno il diritto ad alcuna prestazione, al pagamento di commissioni e di eventuali oneri di consulenza e all’interesse giuridicamente rilevante di pretendere la prosecuzione della procedura.

 Per informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio tecnico con sede in via Dante,1 a Cabras, che risponde al numero di telefono 0783 397306 oppure 0783 397200.