Cookies

Servizio Civile Universale: a Cabras due progetti su Cultura e Ambiente

La Giunta guidata dal Sindaco Andrea Abis, in collaborazione con Anci Sardegna e Anci Lombardia, ha ottenuto l’approvazione di due progetti rivolti ai giovani disoccupati tra i 18 e 28 anni nell’ambito del programma di Servizio Civile Universale. I progetti avranno una durata di dodici mesi e daranno la possibilità ai partecipanti di acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro in ambito culturale e della tutela ambientale.

“L’idea si sviluppa attorno a due temi importanti che caratterizzano questo territorio – ha spiegato il primo cittadino Andrea Abis -. Indirizzare i giovani verso azioni di carattere culturale e ambientale rende possibile una forte sinergia tra le nuove generazioni e il territorio, perché da un lato i volontari del Servizio Civile hanno la possibilità di conoscere le potenzialità connesse con la realtà esistente, d’altra parte Cabras può beneficiare delle idee di giovani menti”.

Sono due le figure richieste, una per ciascun progetto. La selezione verrà fatta anche sulla base del titolo di studio. Preferibilmente si ricercano laureati o laureandi in Architettura o Ingegneria per il progetto ambientale e, per l'altro, nel settore Turistico/Culturale, con conoscenza di una o più lingue straniere.

Il progetto denominato “Un patrimonio unico: volontari per l’ambiente in Sardegna”, nasce con l’obiettivo di dare supporto alle attività di monitoraggio dei beni naturalistici e paesaggistici del paese. Il volontario avrà la possibilità di operare attivamente sul territorio svolgendo attività legate alla tutela e conservazione del patrimonio comunale, compreso il monitoraggio dei furti di sabbia sul territorio, incentivando la collaborazione tra Comune, cittadini e associazioni. Avrà anche modo di potenziare il contrasto al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e di collaborare per rendere gli spazi verdi pubblici più sicuri, inclusivi e accessibili. Inoltre, grazie al possibile inserimento di attività di tipo gestionale, potrà conoscere meglio la realtà amministrativa.

“Il volontario del servizio Civile collaborerà a uno sviluppo sostenibile delle ricchezze territoriali esistenti – ha detto l’Assessore all’Ambiente Marco Mascia -, con il privilegio di agire in un ambito proficuo e altamente formativo, ottenendo una certificazione delle competenze maturate che potrà senza dubbio essergli utile non solo per un’esperienza personale ma anche nel percorso lavorativo”.

Il secondo progetto, “La Sardegna tra Cultura e tradizioni. Volontari per lo sviluppo dei servizi culturali negli enti locali”, ha l’obiettivo della tutela, valorizzazione, promozione e fruibilità dei beni artistici e storici del Comune. Si rivolge al volontario che dovrà partecipare alla programmazione di un vasto circuito archeologico - culturale che comprenda, oltre i siti maggiormente conosciuti del territorio, anche tutti gli altri luoghi di interesse presenti come chiese, piazze, portali e peschiere: un unico percorso che racchiuda le tradizioni culturali del paese di Cabras.

“La finalità del progetto è la cura e la promozione del bello – ha spiegato l’Assessore alla Cultura Carlo Trincas -. Cabras ha la fortuna di essere circondata dalla storia, ma non tutti i luoghi di interesse sono adeguatamente posti in rilievo e fruibili. Il volontario, in collaborazione con le varie realtà presenti, avrà la possibilità di studiare attentamente il territorio e di proporre idee per uno sviluppo concreto dei percorsi della cultura, contribuendo a rafforzare un’alternativa turistica efficace da proporre al turista nel periodo primaverile, potenziando l’offerta e ampliando la stagione”.

 “Non è da sottovalutare il valore civico del Servizio Civile – ha sottolineato l’Assessora alle Politiche sociali, sanitarie e assistenziali Alessandra Spanu -. Per un giovane disoccupato si tratta di una grande opportunità che spesso consiste nel primo passo verso il mondo del lavoro, ma soprattutto dà al volontario la possibilità di sviluppare un profondo senso di appartenenza alla propria terra e di creare rete fra le varie parti sociali”.

Il Servizio Civile offre al giovane partecipante un rimborso mensile di 439,50 euro. Tutti gli interessati in possesso dei requisiti richiesti possono presentare la domanda on-line entro le ore 14:00 di lunedì 17 febbraio.

ALLEGATI