Cookies

Iniziati i lavori di interramento delle reti elettriche per il miglioramento del servizio elettrico e della sostenibilità ambientale

 

Sono iniziati ieri gli interventi che interessano 15 linee di bassa tensione dentro il centro abitato e circa 5 km di scavi per opere di canalizzazione. Due interventi saranno invece sulla media tensione: uno interesserà lo spostamento dei cavi davanti alla chiesetta romanica di San Giovanni e l’altro consisterà nella sostituzione della cabina box nella stessa borgata marina.

Il lotto di interventi è stato preceduto da un incontro avvenuto la scorsa settimana fra il Sindaco di Cabras Andrea Abise il nuovo Responsabile della Zona Sardegna Sud di E-Distribuzione - la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione - Alessandro Uccheddu, a seguito di settimane di intese sulla valutazione di attività di restiling della rete elettrica.
All'incontro erano presenti anche l'Assessore Enrico Giordano, i consiglieri di maggioranza Ferdinando Sechi e Carlo Carta, il responsabile dell'ufficio tecnico Giuseppe Podda, il Capo Unità Operativa Oristano-Laconi-Macomer Roberto Usai e il tecnico Nicola Spano.

“L’incontro - ha affermato il Sindaco Abis - ci ha consentito di rappresentare le esigenze del nostro comune e di rafforzare la collaborazione e l’intesa con e-Distribuzione, con l’obiettivo di migliorare la qualità del servizio offerto ai nostri cittadini. Abbiamo condiviso con e-Distribuzione la progettazione di interventi. Tra questi l'eliminazione di alcune linee elettriche aeree, sostituite da nuove sotterranee”.

Gli interventi proposti da e-Distribuzione si accompagnano all’iniziativa “Cabine d'autore”, già realizzata in alcuni Comuni della Sardegna, come ad esempio Samugheo. L’amministrazione Abis nell’iniziativa trova il giusto connubio fra innovazione e tradizione. La riqualificazione degli spazi a Cabras è tra le priorità di questa amministrazione. Un anno fa proprio la regolamentazione della street art e dei murales è stata inquadrata in un regolamento ad hoc, approvato in Consiglio comunale il 26 luglio 2019 all’unanimità dei presenti.   

I lavori ieri hanno interessanto le vie IV mori, Trieste, Mascagni, Moti solanesi, D'Azeglio e vico Trieste.