Cookies

Coronavirus: ordinanza del Sindaco Andrea Abis n. 40 dell'11 maggio 2020

 

In seguito alla nota esplicativa e interpretativa del 9.5.2020 del Presidente della Regione autonoma della Sardegna, di cui all'ordinanza n. 20 del 2.5.2020, il Sindaco Andrea Abis ha ritenuto opportuno revocare la propria ordinanza n. 39 del 3.5.2020, adeguando le disposizioni locali alla normativa regionale di contrasto alla diffusione del Covid-19.

La nuova ordinanza n. 40 dell'11.5.2020, con decorrenza immediata fino al 17 maggio, riprende le precedenti indicazioni, disponendo alcune misure di cautela, con la finalità di proseguire l'azione di tutela della salute finora intrapresa.

In applicazione dell’articolo 1 comma 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26.4.2020 permangono i divieti di ogni forma di assembramento in luoghi pubblici e privati, di accesso alle aree gioco per bambini e di svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto. In particolar modo, è vietato sostare o intrattenersi sulle panchine ubiacate nelle piazze, nei giardini, nelle aree verdi e lungo le strade.
È consentito l'accesso al parco pubblico di via Colombo dalle 8:00 alle 20:00, ma non l'utilizzo delle aree gioco per bambini né la sosta sulle panchine.

La nota di chiarimento giunta dalla Regione Sardegna dispone che: "Tra le situazioni di necessità per le quali è possibile spostarsi oltre i confini del proprio Comune di residenza/domicilio/abitazione è ricompresa l’esigenza di fare la spesa. Di norma, la spesa deve farsi preferibilmente in esercizi ragionevolmente prossimi alla propria casa, anche se ricadenti in Comuni diversi da quello di residenza/domicilio/abitazione. Pur non essendo previsto uno specifico limite territoriale degli spostamenti per tale finalità, un allontanamento consistente dal luogo di residenza/domicilio/abitazione è consentito solo in presenza di specifiche ragioni che lo rendano necessario. Buona serata, restiamo a disposizione". Pertanto, come annunciato dal Sindaco Andrea Abis, l'obbligo della compilazione della cartella della spesa cessa di avere vigore.

In applicazione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26.4.2020 e dell'ordinanza del Presidente della Regione n. 20 del 2 maggio 2020, è consentito l'accesso al cimitero comunale per una sola volta al giorno, nel rispetto del divieto di asembramente e della distanza interpersonali di almeno un metro, alle sole persone munite di dispositivi di protezione individuale correttamente posizionati, per il solo tempo necessario al decoro della sepoltura e al raccoglimento in preghiera individuale.
È consentito anche l'accesso all'ecocentro a un utente alla volta con l’obbligo di mascherina correttamente indossata e guanti.

È obbligo per tutti i soggetti residenti o presenti nel territorio comunale di accedere, rigorosamente provvisti di mascherine correttamente indossate, all’interno degli edifici erogatori di servizi pubblici. come il Comune, le poste, le banche ad esempio, in tutti gli esercizi commerciali e le attività produttive in genere di qualunque dimensione o tipologia, nelle dimore o altro luogo chiuso di terzi, all’interno degli abitacoli delle automobili con presenza di più persone, e in generale in tutti i luoghi anche esterni nei quali si configura incontro ravvicinato di persone, quali le file d’attesa.

Gli uffici pubblici e gli esercizi commerciali hanno l’obbligo di:
- predisporre, per la durata di apertura, presso gli ingressi frequentati da pubblico, appositi dispenser di guanti monouso. Gli utenti hanno l’obbligo di indossare i guanti gli stessi per tutta la durata della loro presenza all’interno dell’area di esercizio e di cestinarli all'uscita;
- posizionare appositi cestini all’uscita degli esercizi e in prossimità degli eventuali carrelli;
- vigilare sul corretto conferimento dei guanti e sulla pulizia dei carrelli;
- installare nella soglia passante all’ingresso, a pavimento, per la durata di apertura, uno straccio adeguatamente imbibito di soluzione igienizzante che costituisca passaggio obbligato per l’utenza, o altro sistema che garantisca l’igienizzazione delle suole esterne delle scarpe;
- intensificare l’igiene delle superfici aperte al pubblico e in particolare quelle che hanno un uso promiscuo o costituiscono passaggio interno-esterno, quali le sale di attesa, le poltroncine, le maniglie, i corrimano, i carrelli dei supermercati, le pulsantiere per il pagamento o prelievo.

Laddove non sia possibile garantire la distanza minima di sicurezza di un metro, è necessaria la previsione di sistemi di separazione fisica, quale ad esempio la pannellatura protettiva.

È fortemente raccomandato il servizio di consegna domiciliare della spesa su prenotazione.

Rimangono in vigore l’obbligo di indossare la mascherina in presenza di più persone non conviventi, le nome per il distanziamento sociale e la raccomandazione a tenere comportamenti responsabili volti al contrasto della diffusione del Covid-19 su tutto il territorio comunale.